Profughi chiedono soldi per pulire strade vicentine: servizio sospeso

Il tentativo di integrazione dei richiedenti asilo iniziato lo scorso novembre con una collaborazione nata tra la cooperativa Con Te di Quinto Vicentino e i cittadini del quartiere San Vito a Bassano del Grappa è già stato interrotto. Ai giovani africani erano stati affidati piccoli lavori di pulizia delle strade ma ora pretendono di essere pagati.

Il presidente del Rione, Ezio Calmone, ha raccontato al Giornale di Vicenza, la sua versione dei fatti: «nelle ultime settimane gli africani non si sono più presentati. Abbiamo chiesto loro spiegazioni e un giovane nigeriano è sbottato, dicendoci che volevano essere pagati per il lavoro svolto. Ho provato a spiegare loro che si trattava di lavoretti semplici, svolti su base volontaria. Ma non hanno voluto sentire ragioni». La cooperativa dal canto suo spiega che molti di questi ragazzi sono giunti al termine del loro percorso di accoglienza e sono in cerca di occupazione.

Ph: cms.provincia.terni.it

 

Tags: ,