Caporalato a Verona: in manette funzionari Inps, medico e finanziere

14:03 – Blitz questa mattina all’alba a Verona contro lo sfruttamento di manodopera. La Guardia di Finanza ha messo le manette ai polsi di un medico e due suoi collaboratori, di 2 funzionari Inps e di un finanziere. Il “caporale”, per il quale è stato disposto il giudizio immediato, sarebbe un cittadino extracomunitario regolare e titolare di alcune società cooperative che lavorano con la manodopera agricola e dell’allevamento.

L’indagine è partita nel novembre 2017 a seguito di un incidente stradale dov’erano rimasti coinvolti 12 lavoratori. La situazione venuta alla luce è grave: i lavoratori sfruttati sono quasi tutti di origine africana, privi di documenti e di permesso di soggiorno. Sono emersi anche italiani assunti in nero. Alle accuse di caporalato si aggiungono quelle di corruzione, falso ideologico, truffa aggravata ai danni dello Stato. Sono inoltre indagate anche 42 persone che percepiscono in modo non legittimo assistenze erogate dall’Inps.

Il Gip ha emesso un provvedimento cautelare che prevede la custodia in carcere per il medico, gli arresti domiciliari per il finanziare, i due funzionari dell’Inps e uno dei collaboratori del medico nonché l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per il secondo collaboratore. Sono state eseguite anche 10 perquisizioni domiciliari, due perquisizioni in studi medici e due perquisizioni negli uffici dell’Inps. (Fonte: Ansa – 13:03)

Tags: , , ,

Leggi anche questo