Incendi rifiuti, bando veneto per videosorveglianza impianti

La Giunta regionale del Veneto ha approvato un bando dedicato ad amministrazioni comunali e imprese che gestiscono impianti di rifiuti, per dotarsi di sistemi di videosorveglianza. Con questa iniziativa, spiega l’assessore all’ambiente Gianpaolo Bottacin, la Regione intende «dare una prima risposta diretta alla prevenzione degli incendi». La videosorveglianza continua degli impianti di gestione dei rifiuti consentirà di individuare tempestivamente eventuali fenomeni di combustione spontanea dei rifiuti, ma anche l’eventuale presenza di personale estraneo non autorizzato, e di intervenire celermente al fine di evitare l’innesco degli incendi, manomissioni esterne, furti e danneggiamenti dei presidi ambientali.

«In attesa di confermare a breve anche a livello normativo le linee guida e rendere obbligatoria la dotazione di tali impianti di sorveglianza – aggiunge l’assessore – con quest’iniziativa ho ritenuto opportuno incentivare il settore a una maggiore attenzione verso il tema della sicurezza, offrendo un adeguato sostegno economico». Gli interventi finanziabili dovranno prevedere una spesa minima pari ad almeno 3 mila euro, con una percentuale del contributo stabilita nella misura del 50% della spesa, fino a un massimo di 5 mila. «Il nostro obiettivo è duplice – conclude Bottacin -: incentivare il settore sostenendo misure di prevenzione, ma al tempo stesso reprimere senza sconti gli illeciti ambientali dando massimo supporto ai carabinieri dei Noe».

Tags:

Leggi anche questo