Liquidazione banche venete, da Intesa crediti per altri 572 milioni

Intesa Sanpaolo trasferisce altri 572 milioni di crediti in bonis ad alto rischio arrivati da Bpvi e Veneto Banca alle due banche in liquidazione: 494 milioni di esposizione netta e 78 di rettifiche. Dal bilancio semestrale 2018 pubblicato ieri emerge che la banca concluderà entro la fine dell’anno l’integrazione della rete estera ereditata da Veneto Banca in Albania, Croazia, Moldavia e Romania.

Sul fronte del contenzioso con gli ex soci delle banche venete su azioni e obbligazioni subordinate, «sono state avviate o riassunte nei confronti di Intesa alcune cause», rispetto alle quali l’istituto farà valere l’estraneità e la carenza di legittimazione passiva stabilita dal decreto di liquidazione di un anno fa. Come riporta il Corriere del Veneto a pagina 10, Intesa fa anche riferimento a quanto stabilito dalla Commissione europea in materia di aiuti di Stato, «che vietano a Intesa di farsi carico di qualunque pretesa di azionisti e obbligazionisti subordinati delle ex banche venete».

(Ph.Shutterstock)

Tags: , , , ,

Leggi anche questo