Genova, vittime salgono a 35. I soccorritori: «rischio altri crolli» [VIDEO]

Disastro a Genova: è crollato il ponte Morandi,  il ponte autostradale che collega Genova Ovest verso il ponente ligure. Sul posto il 118 ha dirottato tutte le ambulanze disponibili. Nella zona si sta abbattendo un violento nubifragio. L’incidente è avvenuto poco prima delle 12 e si pensa ad un cedimento strutturale. Ci sarebbero delle persone sotto le macerie e sono già state attivate le squadre cinofile e Usar (gli esperti di ricerca e soccorso tra le macerie urbane).

Il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli su Twitter: «Sto seguendo con la massima apprensione ciò che è accaduto a Genova e che si profila come immane tragedia. Siamo in stretto contatto con Autostrade e stiamo andando sul luogo con il viceministro Rixi. La mia totale vicinanza in queste ore alla città». I soccorritori

«Qui c’è l’inferno. Qui c’è una massa di cemento caduta giù da 80 metri: un groviglio di massi e blocchi di cemento delle colonne crollate. Al momento è difficile riuscire a capire quante, tra le persone disperse, sono ancora vive»: sono queste le parole dei soccorritori. Il bilancio dei morti continua a salire: ora si parla di 35 vittime. Secondo i soccorritori, inoltre, «c’è il rischio che altre parti del ponte possano crollare, per questo motivo abbiamo sfollato le persone da tutti gli edifici circostanti». La Protezione civile di Genova ha istituito un numero verde 800.640.771 per informazioni e notizie.

Notizia in aggiornamento

Fonte: Tgcom24

Ph:

Tags: , ,

Leggi anche questo