Revoca concessioni autostrade, marcia indietro del governo

Il governo Conte frena sulla revoca delle concessioni ad Autostrade per l’Italia. Il primo segnale della marcia indietro è arrivato a poche ore dall’annuncio del premier successivo al Consiglio dei ministri straordinario a Genova: revocare la concessione significherebbe dover indennizzare la società e non rispettare la procedura esporrebbe lo Stato a un ricorso che potrebbe far salire ulteriormente i costi, risultando in un un maxi risarcimento per la famiglia Benetton.

Il primo a muoversi è stato Matteo Salvini, che ha chiesto ad Autostrade di «mettere mano al portafoglio», glissando sulle concessioni: «ne parleremo poi». In seguito, anche il Movimento 5 Stelle informa con un post sul sito del partito: «attendiamo il lavoro della magistratura nell’accertare eventuali responsabilità».

Fonte: Corriere della Sera
(Ph. Giuseppe Conte / Facebook)

Tags: ,

Leggi anche questo