Dieselgate, nuovo scandalo in Germania: ritirate 700mila Mercedes

Fino a 700mila vetture diesel del gruppo Daimler richiamate in fabbrica in tutta Europa, a causa di dispositivi installati che sarebbero in grado di manomettere i livelli reali delle emissioni inquinanti. Come riporta Walter Rahue per “la Stampa”, secondo quanto anticipato ieri dal sito del settimanale “Der Spiegel“, a ordinare il drastico provvedimento sarebbe stata l’Agenzia federale dei Trasporti tedesca che, in un dossier interno, elenca 24 modelli Mercedes dotati del software illecito. Tra i modelli incriminati, anche classe C con motori ibridi e modelli premium della classe E ed S, alcuni fuoristrada della classe G, diversi Suv e anche i furgoni Vito.

Nei test effettuati in laboratorio e su strada, i tecnici dell’agenzia avrebbero riscontrato emissioni di ossidi di azoto ben superiori a quelle dichiarate dalla casa automobilistica. A tre anni dallo scoppio del “dieselgate” in casa Volkswagen, il governo tedesco ha scoperto il nuovo scandalo, che riguarderebbe praticamente l’intera gamma di modelli Mercedes. Non si tratterebbe dunque di una svista o di eccezioni, ma di manomissioni sistematiche. «La nostra società presenterà ricorso contro il provvedimento dell’ agenzia – ha dichiarato un portavoce del gruppo Daimler – Ma al tempo stesso stiamo sviluppando un update del software e informeremo tutti i nostri clienti non appena questo sarà pronto e approvato dalle autorità competenti».

Tags: , ,

Leggi anche questo