Vaccini, presidi: «studenti non in regola restano fuori da scuola»

Il nuovo anno scolastico è ormai agli inizi, ma è ancora caos sull‘obbligo vaccinale, con le regioni che si muovono in ordine sparso. In Veneto i minori non in regola con le vaccinazioni sono 81.425, dei quali 18.367 da zero a 6 anni. Come scrive Michela Nicolussi Moro sul Corriere del Veneto, la Regione ha comunicato di aver recepito la circolare del ministro Giulia Grillo, accettando quindi l’autocertificazione, ma sindaci e dirigenti scolastici continueranno a rispettare l’obbligo previsto dalla legge Lorenzin, in attesa del via libera del Parlamento alla proroga di un anno.

«Siamo dirigenti dello Stato e quindi non possiamo non applicarne le norme – spiega il professor Armando Tirelli, presidente regionale dell’Associazione nazionale presidi – l’ho detto anche all’assessore alla Sanità, Luca Coletto, tre giorni fa. Non c’è ancora una modifica alla legge Lorenzin, dunque per noi vale l’obbligo. E poi il diritto alla salute arriva un centimetro prima di quello all’istruzione. Gli alunni non in regola resteranno fuori da scuola, inviteremo i genitori a riportarli a casa e se faranno resistenza dovremo ricorrere alle forze dell’ordine».

(Ph. Shutterstock)

Tags:

Leggi anche questo