West Nile, Mantoan: «Comuni non hanno fatto bonifiche»

Il direttore generale della sanità veneta, Domenico Mantoan, accusa i Comuni per la diffusione del virus West Nile: «da 5 anni la Regione mette a disposizione ogni anno 1 milione e mezzo per le campagne di bonifica, ma non si è fatto avanti mai alcun Comune. Abbiamo dato all’Istituto zooprofilattico di Legnaro 400 mila euro perché disponesse le trappole per catturare le zanzare, e altri 400 mila al laboratorio di microbiologia dell’università di Padova per testare i campioni di sangue e accertare la presenza del virus».

Come riporta Franco Pepe sul Giornale di Vicenza a pagina 10, per Mantoan le operazioni di disinfestazione «andrebbero iniziate in primavera quando le zanzare femmine depositano le uova che in pochissimi giorni si trasformano in larve. Gli interventi dovrebbero andare avanti da aprile a ottobre a cadenza quindicinale visto che il ciclo riproduttivo delle zanzare è di 20 giorni». Interventi non attuati da molti Comuni, fatto gli interventi, che hanno portato alla proliferazione delle zanzare e alla diffusione del virus.