Arena, lirica incassa 24 milioni. Gasdia: «miglior risultato in 5 anni»

«Il Festival Arena 2018 è stato un successo per la qualità degli spettacoli proposti, per presenze e incassi». Commenta così Federico Sboarina, sindaco di Verona, il risultato registrato nella 96esima edizione del Festival lirico che ha visto 47 serate, con un cartellone di 5 titoli d’opera e 2 appuntamenti speciali (contro le 48 del 2017, con 5 titoli d’opera e 3 appuntamenti speciali). L’incasso medio è stato di 510.710 euro a serata (rispetto ai 471.460 nel 2017) pari al +8,32%, per un totale di 24.003.357,50 (22.630.112 nel festival dello scorso anno), con un aumento delle vendite pari al 6,07% rispetto al 2017. La media del pubblico in ciascuna serata è stata di 8.361 spettatori (contro i 7.934 spettatori del 2017), registrando un +5,39%, per un totale di 392.990 presenze (380.822 nel 2017), pari a un incremento del 3,20% rispetto al 2017. «In otto mesi – ha aggiunto il sindaco -, da quando si è costituito il nuovo Consiglio d’indirizzo di Fondazione Arena, è stato fatto un lavoro davvero ingente per voltare pagina dalle passate stagioni».

Anche la sovrintendente della Fondazione Arena Cecilia Gasdia si dice soddisfatta del risultato raggiunto. «Il Festival lirico 2018 si è concluso bene visto che sono aumentati spettatori e introiti. Si tratta, in questo senso, del risultato migliore degli ultimi cinque anni col minor numero di recite, superiore anche rispetto al dato a budget di bilancio, che non mancherà di far sentire i suoi effetti positivi sul conto economico 2018. E’ stata una grande stagione – ha spiegato – sotto tutti gli aspetti per la nuova gestione di Fondazione Arena: per il generale innalzamento della qualità artistica e dei cast, come riconosciuto da tutti; per la positiva attenzione ottenuta da parte dei media nazionali ed internazionali; per l’ottima risposta da parte del pubblico. Si tratta indubbiamente di un buon viatico per la stagione 2019, che si prospetta ancora meglio, con circa 12mila biglietti venduti già oggi, contro i 5mila nello stesso periodo dell’anno scorso». (Fonte: Ansa – 13/09 16:32)