Vicenza Virtus, raccattapalle minorenni in shorts cortissimi

Polemiche su L.R. Vicenza Virtus per la prima partita ma questa volta il gioco c’entra poco o niente. Ad aver catalizzato l’attenzione di tutti, infatti, sono state le raccattapalle, tutte con meno di 16 anni e militano nell’Anthea Volley, società pallavolistica vicentina. In particolare la loro mise: shorts stracciati e cortissimi e canottiera con scollo dietro.

A scagliarsi contro la decisione del patron dei biancorossi Renzo Rosso di schierare le ragazze, scende in campo Assist, associazione nazionale atlete, che su Facebook commentano: «“Ball Girls” questo il nome tanto “fashion” e tanto “cool” che dei geni di dirigenti e di genitori hanno ritenuto normale fosse dato alle loro atlete e figlie sotto i 16 anni messe in campo in canotta e shorts cortissimi per sostituire la figura del raccattapalle. Questo indegno spettacolo di sessualizzazione di minorenni è quanto si è visto nella prima partita del LR Vicenza Virtus quella del presidente proprietario della Diesel, marchio di alta moda italiana, ben visibile sulle canotte delle ragazzine. Al CONI, alla FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio e allo stesso signor Rosso chiediamo di ritirare immediatamente questa indecente iniziativa».

La società però sembra entusiasta e soprattutto non ha nessuna intenzione di fermarsi e Rosso ha specificato che le ragazze verranno prese da diverse squadre vicentine per rilanciare lo sport femminile del territorio e che i loro vestiti saranno diversi con ogni cambio di stagione.

Fonte: Huffingtonpost