Nata cieca e tetraplegica, Ulss polesana condannata a risarcire

19:53 – Il tribunale di Rovigo ha condannato l’Ulss polesana e due ginecologhe a risarcire con 4 milioni e 693 mila euro una bimba nata tetraplegica ed ipovedente. Secondo la sentenza le parti condannate sarebbero responsabili in egual misura delle gravissime lesioni all’integrità fisica delle quali è affetta la piccola che oggi ha 10 anni.

Inoltre il giudice ha deciso un ulteriore risarcimento per la madre della bambina di 402 mila euro. La sentenza potrà essere appellata ma è immediatamente esecutiva. Il denaro servirà alla famiglia della bambina per pagare l’assistenza 24 ore su 24 e ad assicurare una vita più dignitosa. Secondo l’accusa la mamma avrebbe dovuto essere sottoposta al taglio cesareo ma in ospedale si sarebbero decisi di agire troppo tardi. (Fonte: Ansa – 18:53)

Tags: ,

Leggi anche questo