Olimpiadi, Fontana: «curioso che Stato dia garanzia solo se in 3»

11:44 – Il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, intervistato a Radio anch’io sulla questione Olimpiadi 2026, ha commentato: «è curioso che se eravamo in tre lo Stato metteva le garanzie e in due non le mette più. Comunque credo che Veneto e Lombardia possano garantire le coperture e poi trovare privati come sponsor». Poi aggiunge: «il brand Milano è fuor di dubbio che abbia un grande seguito mettere come primo nome Milano avrebbe aiutato e comunque un nome lo si doveva mettere. In tutte le scelte olimpiche tutti si riferiranno a grandi città».

Nel frattempo il sottosegretario con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti, in un’intervista al Corriere della Sera, spiega il suo punto di vista: «io sono una persona seria, per questo ho detto stop. Visto tutti i vincoli che abbiamo incontrato in questi mesi di lavoro ho capito che era meglio staccare adesso, invece che fra due mesi, magari tra accuse reciproche e dopo aver speso anche dei soldi. Non c’è nessun golpe, nessuna imboscata. Davvero non riesco a immaginare niente del genere. Uno scontro tra Lega e M5S? No, soltanto un’altra cosa all’italiana. Assurde tre candidature». Mentre a La Stampa Giorgetti ha dichiarato: «è mancato lo spirito olimpico, lo spirito condiviso, la consapevolezza che organizzare un’Olimpiade è una cosa tremendamente seria che richiede il superamento di interessi locali e specifici con lo scopo di realizzare un grande progetto nazionale. Si tratta di una perdita per tutto il Paese. Ora la candidatura che ha più chance è quella di Stoccolma. Ma la nostra era migliore». (Fonte: Ansa – 09:51)

Tags: ,

Leggi anche questo