VicenzaOro, Ieg: «diventerà la prima al mondo»

È stata inaugurata ieri l’edizione autunnale di “VicenzaOro September 2018–the Jewellery Boutique Show”, il Salone internazionale della gioielleria e oreficeria organizzato da Italian Exhibition Group (Ieg), la società che gestisce le fiere di Vicenza e Rimini. Lo spazio espositivo, nei padiglioni di via dell’Oreficeria fino al 26 settembre, si estende per 54mila metri quadri, con 500 top buyers e 1000 Gold Buyers. Il presidente dell’Ice, agenzia per l’internazionalizzazione delle aziende, Michele Scannavini ha annunciato l’ambizioso programma per il futuro: «è la vetrina più prestigiosa e importante dell’oreficeria e gioielleria italiana e grazie al lavoro di Ieg nell’integrazione con gli altri attori del settore, può ambire a diventare la più importante manifestazione al mondo».

Oltre al presidente di Ieg Lorenzo Cagnoni, presenti la presidente di Federorafi Ivana Ciabatti e l’ambasciatore dell’India in Italia Reenat Sandhu. Notata l’assenza, invece, del vicepresidente della società fieristica, Matteo Marzotto. Nel parterre dei politici il sindaco del capoluogo berico Francesco Rucco, il viceministro dello Sviluppo Economico Dario Galli e il ministro degli Affari Regionali e Autonomie Erika Stefani. VicenzaOro, ha dichiarato quest’ultima,«é la manifestazione che rappresenta anche la storia e la tradizione orafa vicentina e la nostra porta sul mondo». «Se il mondo ci conosce per questa manifestazione – ha aggiunto Rucco presentando la prima edizione di ViOff, il fuori fiera di VicenzaOro nelle piazze della città – l’obiettivo è anche quello che gli ospiti di Ieg tornino a casa con un bel ricordo della città».