Venezia, arriva il divieto di «scorribanda» alcolica

«È vietato dalle 19 alle 8 del giorno successivo il trasporto volto alla consumazione in area o spazio pubblico senza un giustificato motivo di bevande alcoliche di qualsiasi genere, tipologia e gradazione». È quanto riporta l’emendamento dell’articolo 37 del nuovo Regolamento di polizia e sicurezza urbana di Venezia, che arriverà in consiglio comunale entro la fine dell’anno. L’intenzione è quella di disincentivare i comportamenti molesti e il consumo smodato di bevande alcoliche. In tal senso si muove anche la norma che estende a tutto il territorio comunale il primo emendamento, già attivo in alcune aree del centro, che vieta «dalle 19 alle 8 l’assunzione di bevande alcoliche al di fuori dei luoghi autorizzati e dei relativi plateatici o di cinque metri dal locale».

Infine, come riporta Vera Mantengoli su La Nuova Venezia a pagina 19 il terzo emendamento dell’articolo 37, intende stroncare il fenomeno dei tour dei bacari veneziani, prevedendo il divieto dalle 19 alle 8 di «organizzare e partecipare a scorribande di due o più persone da esercizio pubblico a esercizio pubblico, finalizzate al non responsabile festeggiamento, che comporti disturbo della civile convivenza, di eventi o ricorrenze pubbliche o private quali addii al celibato o nubilato lauree». La multa prevista per la norma “anti-bacari” andrebbe dai 25 ai 500 euro.

(Ph. Monika Ďuríčková / Wikipedia)

Tags: ,