Crac BpVi, processo resta a Vicenza

10:45 – È stata respinta dalla Corte di Cassazione la richiesta di trasferire da Vicenza a Trento il processo per il crack della Banca Popolare di Vicenza. Lo riporta l’Ansa: la difesa degli imputati, tra i quali l’ex presidente della Banca Gianni Zonin, e i legali degli ex vicedirettori Emanuele Giustini e Paolo Marin, avevano chiesto il trasferimento del processo sostenendo che a Vicenza non c’era un clima sereno per affrontare il dibattimento. La Suprema Corte ha dichiarato inammissibile la loro istanza. «Avanti tutta con il processo». Grida vittoria l’associazione “Noi che credevamo nella BpVi“, che parla di «grande vittoria dei risparmiatori».

Tags: , , ,

Leggi anche questo