Veneto Banca, ex presidente Favotto: «vigilanza sapeva tutto»

L’ex presidente di Veneto Banca Francesco Favotto sostiene che Vigilanza, Bankitalia e Consob sapevano di quanto accadeva nell’ex popolare di Montebelluna (Treviso). Come riporta Roberta Paolini sul Mattino a pagina 14, Favotto, che ha presieduto l’istituto dal 2014 al 2015, nella sua relazione di 30 pagine alla Commissione speciale d’inchiesta del Consiglio regionale Veneto, attribuisce agli organi di controllo la responsabilità del crac.

Vigilanza, Bankitalia e Consob secondo Favotto infatti sapevano dell’esistenza di operazioni baciate e anche di come il prezzo delle azioni venisse rielaborato. La Banca d’Italia viene definita da Favotto come una «specie di socio occulto oppure di una vigilanza proprietaria, che tra l’altro decide i tempi di quotazione nel giugno 2016».

(Ph. YouTube – RadioVenetoUno)

Tags: , ,

Leggi anche questo