Ufficio bilancio boccia manovra, M5S: «atto di guerra»

«È un atto di guerra, ma non ci fermeranno». Il Movimento 5 Stelle commenta così, con un post su Facebook, la bocciatura della nota di aggiornamento al Def da parte dell’Ufficio parlamentare di bilancio. L’Upb, scrive lo staff social dei 5 stelle, «si è rifiutato di validare la nostra Nota al Def, che per la prima volta dopo tanti anni presenta stime di crescita prudenti».

Il presidente dell’Ufficio Parlamentare di bilancio, Giuseppe Pisauro, ieri ha sottolineato che la manovra è «eccessivamente ottimistica», sia per le stime di crescita, sia per le ripercussioni sugli interessi sul debito dell’aumento dello spread, che pesa 17 miliardi da qui al 2021.

Il M5S mette in dubbio l’imparzialità dell’ufficio tecnico: «si conferma un organismo tutt’altro che indipendente, che giudica i documenti finanziari in base ad obiettivi strettamente politici. Questi veri e propri atti di guerra non ci fermeranno. La Manovra del Popolo andrà avanti».

(Ph. Luigi Di Maio / Facebook)

Tags: ,

Leggi anche questo