Processo Cucchi, Giovanardi: «chiedere scusa per cosa? È morto per droga»

Dopo il colpo di scena di ieri durante il processo Cucchi, dove uno degli imputati ha ammesso il pestaggio accusando due colleghi (clicca qui per leggere), Carlo Giovanardi, che per anni ha difeso i militari coinvolti criticando la sorella di Cucchi, è intervenuto ai microfoni del La Zanzara su Radio 24. «Non devo chiedere scusa alla famiglia Cucchi, perché dovrei farlo? La prima causa di morte di Stefano Cucchi è stata la droga. Vedremo nel corso del processo se le botte dei CC sono state causa della morte. Di cosa devo chiedere scusa? – insiste – Non mi vergogno di nulla, le perizie hanno sempre escluso la morte per percosse, prendetevela con loro».

«Bisogna chiedere scusa alle guardie penitenziarie assolte dopo 6 anni di calvario. Dissi che le guardie carcerarie erano vittime come Cucchi – ricorda Giovanardi -. Tutte le perizie dicono che la prima causa di morte di Cucchi è stata la droga. Volevano intitolargli una strada, ma non è un benemerito del Paese e prima di condannare i carabinieri facciamo finire i processi, poi eventualmente paghino…».

Tags:

Leggi anche questo