Caso Cucchi, comandante carabinieri Nistri: «li puniremo tutti»

«Non guarderemo in faccia a nessuno, li puniremo tutti» ha detto il comandante dei carabinieri Giovanni Nistri intervistato da Massimo Giannini su “Radio Capital” a proposito del caso di Stefano Cucchi, 31 romano ammazzato di botte dalle forze dell’ordine. Dopo l’ammissione del pestaggio da parte di uno dei responsabili, si va verso un’unica versione di quanto accaduto e i rappresentanti dello Stato parlano delle conseguenze. «Quei carabinieri sono stati sospesi e nel momento in cui saranno accertate le responsabilità, l’Arma prenderà le decisioni che le competono, non vogliamo guardare in faccia a nessuno» ha aggiunto Nistri – non si tratta di una violenza dello Stato ma di alcuni appartenenti dello Stato: lo Stato non può essere chiamato come responsabile della irresponsabilità di qualcuno». «Se lo Stato ha sbagliato chiederà scusa nei fatti punendo i colpevoli e risarcendo i colpiti» ha invece dichiarato il ministro dell’Interno Matteo Salvini in un’intervista all’Unione Sarda.

(Fonte: Huffingtonpost)

(Ph. Facebook – Carabinieri)

Tags:

Leggi anche questo