Tav, Zaia: «per Veneto è irrinunciabile»

Nonostante la smentita del ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Danilo Toninelli del via libera alla Pedemontana Veneta, il presidente della Regione Luca Zaia non demorde e, anzi, rilancia con la Tav che è «irrinunciabile per il Veneto». Per due motivi: «rinunciarne vuol dire non avere più l’Alta velocità e poi, cosa di cui non si parla, che in Veneto non avremo il quadruplicamento dei binari. Da Torino a Brescia i binari sono già quadruplicati – ha ricordato – ed è quindi già preparata la culla per il “neonato”, che è la Tav. Da Brescia a Venezia non c’è il quadruplicamento, e questo per il Veneto sarebbe un grosso guaio, perché avremo due binari: uno per l’andata e l’altro per il ritorno, sui quali corrono le merci insieme alle persone. Cosa che da Brescia a Torino invece non accadrà». (Fonte: Ansa – 17:31)

Ph: MitKawa/Wikipedia

Tags:

Leggi anche questo