Orgoglio veneto, un vicentino tra i 35 ricercatori più promettenti d’Europa

Il vicentino Francesco Gatto è stato inserito tra i 35 innovatori under 35 più promettenti d’Europa secondo la classifica del “Mit Technology Review”, una prestigiosa rivista tecnologica del Massachusetts Institute of Technology di Boston. Dopo essersi laureato all’università di Padova ed aver conseguito un dottorato in ingegneria chimica all’Università di Padova, da sei anni vive e lavora a Göteborg, in Svezia, in un’azienda specializzata in tecnologie biomediche, l’Elypta.

Qui Francesco sta studiando per rendere più ampia la sfera d’azione della cosiddetta biopsia liquida, che riesce a intercettare segnali spia dei tumori in circolazione nel sangue e nelle urine. Grazie a questi esami (già usati per particolari forma di cancro) sarà possibile monitorare l’evoluzione della malattia e l’eventuale risposta positiva ai trattamenti. Al momentoè utilizzata solo per un numero limitato di tumori ma Gatto sta cercando di modificarla per poterla usare per numerose forme di tumore tra cui quello al rene. Per il 2019 sono in programma due sperimentazioni della tecnica su larga scala in Europa, su un totale di 500 pazienti.

Fonte e ph: The Meet Technology Review

Tags: , ,

Leggi anche questo