Maltempo, Protezione Civile: «5mila euro a famiglie colpite»

La Protezione Civile rende noto che, «per la prima volta nella storia degli interventi emergenziali», i commissari delegati a gestire l’emergenza maltempo, possono erogare un contributo «una tantum di 5.000 euro massimo per i nuclei familiari la cui abitazione principale risulti compromessa nella sua funzionalità dal maltempo e massimo 20.000 euro per l’immediata ripresa delle attività economiche e produttive, sulla base di apposita ricognizione svolta dai commissari». Per il Veneto il commissario delegato è il presidente della Regione Luca Zaia. «Mai come in questo caso vale il vecchio motto: pancia a terra e lavorare – ha dichiarato il governatore in un comunicato -. I Veneti, e io con loro, ci sono abituati da sempre. Comincio un lavoro che in questi giorni drammatici è stato di fatto già improntato, e che costituisce una grandissima sfida il cui obbiettivo è tornare come prima e più di prima».

«La grande sfida – aggiunge Zaia a proposito degli interventi – è recuperare i danni subiti dalle strutture pubbliche e private, ma il ritorno alla normalità non può prescindere dalla necessità di rispondere all’immane catastrofe che abbiamo subito nei boschi, con centomila ettari rasi al suolo. Questa è una sfida unica e nuova, per il Veneto e per l’Italia, dove un danno del genere non si era mai verificato prima. In passato – ricorda Zaia – sono stato Commissario per l’alluvione del 2010 e per il terremoto del 2012. Questa di oggi è però la situazione più complicata che mi sia mai capitato di affrontare. Nel cammino che ci attende – prosegue il presidente del Veneto – abbiamo una squadra bella, motivata ed efficiente, ed è un ottimo punto di partenza». La Regione può stanziare fino a 10 mila euro per interventi atti a migliorare l’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale ed estiva e i consumi di energia elettrica e termica come, ad esempio, realizzazione di cappotti termici esterni, sostituzione di infissi, porte-finestre e finestre; installazione di impianti termici più efficienti (caldaie a condensazione, comprensivi di eventuale adeguamento/installazione di canna fumaria, pompe di calore, allacciamento a rete di teleriscaldamento).

(Ph. Regione Veneto)

Tags: , , , ,

Leggi anche questo