Manovra, Bitonci: «altri 2,5 miliardi per risparmiatori, ma dal 2022»

«Vogliamo evitare disparità di trattamento rispetto a chi ha presentato la domanda ad Acf in questo periodo e non è rientrato nell’ambito dei risparmiatori previsto dal ddl di Bilancio. I risparmiatori vanno messi tutti nelle stesse condizioni e tutelati fino in fondo con un percorso guidato per semplificare al massimo le procedure. Lo ribadiamo: il ristoro del 30%, che non ha eguali in Europa, deve essere considerato un acconto. Già oggi sono stati erogati i primi 40 rimborsi, pari a 657mila euro, a dimostrazione che la nostra soluzione dell’arbitrato Consob funziona». Lo dichiara il sottosegretario all’Economia, Massimo Bitonci (in foto), illustrando l’emendamento alla Manovra presentato dalla Lega.

L’intento della misura, spiega Bitonci in una nota, è quello di «allargare la platea dei risparmiatori da ammettere alle procedure, specificando che tra essi vi rientra anche chi è in possesso di quote di partecipazione – soprattutto risparmiatori della Banca Popolare di Vicenza -, acceleriamo i tempi di erogazione e incrementiamo lo stanziamento finanziario per aumentare la percentuale del ristoro attraverso ulteriori disponibilità fino a 2,5 miliardi provenienti da fondi dormienti. Ripristiniamo la possibilità di proporre azioni nei confronti delle Autorità di vigilanza e delle banche, oltre a consentire di proseguire nel contenzioso legale contro Consob, Banca d’Italia e banche».

(Ph. Massimo Bitonci / Facebook)

Tags: , , , ,

Leggi anche questo