Bassano, accordo tra Comune e Inco per restauro Ponte Alpini

Il Comune di Bassano ha firmato ieri il nuovo contratto per i lavori di restauro del Ponte degli Alpini. Lo rende noto la stessa amministrazione in un comunicato. Dopo la rescissione con la ditta trevigiana Vardanega, sarà la trentina Inco srl ad eseguire l’intervento di ripristino e consolidamento dell’infrastruttura. I lavori dovrebbero riprendere il prossimo 10 dicembre. «Dalla data in cui è stato rescisso in danno il contratto con la precedente ditta, a causa di gravi ritardi e inadempienze della stessa, sono state risolte molte questioni fondamentali per il proseguimento dell’opera» ha commentato il sindaco Riccardo Poletto.

«In particolare – ha proseguito Poletto – dopo avere redatto lo stato di consistenza dei lavori effettivamente fin qui realizzati, è stato richiesto il pagamento alla precedente ditta di due importanti somme: il 10% dell’intero importo contrattuale per la risoluzione in danno e le spese legali, pari a circa 470.000 euro (richiesta su cui era stata fatta resistenza che il Comune di Bassano ha vinto in due gradi di giudizio) e la restituzione dell’anticipo versato a suo tempo alla Vardanega, al netto dei lavori svolti, pari a circa 700.000 euro. Un totale di 1.170.000 euro, già entrati nelle casse comunali». «Riprende oggi il cammino per il restauro del Ponte degli Alpini iniziato due anni e mezzo fa con la Inco – ha aggiunto l’Assessore Roberto Campagnolo – . Confidiamo ora nel massimo impegno da parte di tutti per completare nel migliore dei modi e nei tempi più rapidi il restauro del simbolo della nostra città. L’incontro di questa mattina e i confronti di queste ultime settimane avuti con l’appaltatore, in spirito di grande collaborazione, ci fanno essere fiduciosi».

Tags: , ,

Leggi anche questo