Rifiuti, M5S: «Treviso virtuosa, usarla come modello»

15:22 – «L’esempio da seguire è il cosiddetto “modello Treviso” , grazie al quale nella provincia si è evitata la costruzione di due nuovi inceneritori». Questa è la convinzione di Gianni Girotto (M5S), presidente della commissione Industria e Commercio del Senato che elenca la virtuosità della provincia veneta: «raccolta differenziata con tariffa puntuale, impianti di selezione, riciclo, recupero-riutilizzo materia e compostaggio: elevando la differenziata al 65%, si potrebbe scendere da 51 impianti a 17 nel giro di pochi anni». Girotto si dice «stupito» per la «presa di posizione della Lega nelle ultime ore: la strada ormai è tracciata, i termovalorizzatori sono un salto indietro di almeno vent’anni che non ci interessa. In tema di rifiuti, il contratto di governo parla di ridurne la produzione, di aumentarne il riciclo e soprattutto di diminuirne drasticamente l’arrivo in discarica e ancor più in impianti di incenerimento. Investire su questi ultimi significherebbe tornare al ‘900».

Della stessa opinione il collega di partito Gianmarco Corbetta che rivolgendosi a Salvini ribadisce che «il modello da seguire in tutta Italia, Campania inclusa, è quello veneto di Treviso, di Zaia. Un modello che tutela ambiente, salute e crea più posti di lavoro. Applicandolo chiuderemo tantissimi inceneritori e discariche attraverso una strategia industriale che punta su raccolta differenziata di qualità con la raccolta porta a porta, impianti di trattamento meccanico biologico, impianti recupero materia e riciclo, impianti di compostaggio». (Fonte: Ansa – 13:20)

Ph: Facebook Gianni Girotto

Tags: , ,

Leggi anche questo