Ivanka Trump come la Clinton: email personale per affari governo

Ivanka Trump, figlia del presidente Usa e sua consigliera alla Casa Bianca (in foto), ha usato un account email privato per spedire centinaia di messaggi sugli affari di governo. Il caso, sollevato dal Washington Post, ricorda da vicino l’emailgate di Hillary Clinton – che utilizzò un server di posta privato quando era segretario di Stato -, che giocò un ruolo significativo nella sconfitta della candidata democratica. All’epoca della campagna elettorale, Trump attaccò duramente la Clinton su questo argomento, arrivando a coniare lo slogan «in galera» per la sfidante,

Ivanka avrebbe violato le leggi federali inviando email ad addetti del governo dal suo account personale. Lo avrebbero scoperto i funzionari dell’ufficio per l’etica della Casa Bianca, passando in rassegna le email raccolte lo scorso autunno da 4 agenzie governative per rispondere a ricorsi legali. Un portavoce della Casa Bianca ha precisato al Washington Post che Ivanka ha usato un server di posta privato prima di essere stata informata sulle regole, aggiungendo che le email sono state consegnate per essere verificate dalle autorità competenti.

(Ph. Albert H. Teich / Shutterstock)

Tags:

Leggi anche questo