Rifiuti pericolosi non smaltiti, sequestrata nave Aquarius

La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta sullo smaltimento illecito di rifiuti da parte delle navi umanitarie di Medici senza frontiere. Il procuratore Carmelo Zuccaro ha sequestrato la nave Aquarius di Msf e Sos Mediterranee, ferma da settimane nel porto di Marsiglia dopo il ritiro della bandiera da parte delle autorità panamensi. Sequestrati anche alcuni conti bancari di Msf. In 44 sbarchi, negli ultimi due anni e mezzo, sarebbero state smaltite illecitamente 24 tonnellate di rifiuti pericolosi, con un risparmio di costi di 460.000 euro.

Secondo la procura, «Scabbia, tubercolosi, meningite, Hiv, questo il variegato elenco di malattie infettive portate dai migranti soccorsi dalla Aquarius che non avrebbe smaltito come rifiuti pericolosi gli indumenti dismessi e i materiali utilizzati a bordo per il primo soccorso delle persone». Ventiquattro le persone indagate tra cui tutti i capimissione di Msf che si sono avvicendati alla guida degli equipaggi.

Fonte: Repubblica
(Ph. Gbc.gi)

Tags: ,

Leggi anche questo