Fitoussi: «spread è un ricatto dell’Europa, Tria vada avanti» [VIDEO]

Jean Paul Fitoussi, docente di economia all’Institut d’Etudes Politiques di Parigi ed autorevole teorico contemporaneo del reddito di base, è intervenuto durante il programma l’Aria che tira in onda su La7. «Io non capisco più la Commissione europea che chiede ai paesi, in un momento dove la crescita rallenta, di avere una politica di austerità – ha detto riferendosi alla bocciatura della manovra italiana -. La legge che ha presentato Tria mi sembra oggi ancora più valida proprio perchè la crescita rallenta».

«A causa delle regole dell’Europa siamo messi sotto la tutela dei mercati. Se avessimo fatto un governo federale e fossimo stati sotto la sua tutela, la Banca Centrale avrebbe comprato i titoli di Stato dei diversi Paesi senza che lo spread avvenisse. Lo spread è un mezzo di ricatto nei confronti dei Paesi così che facciano la politica voluta dell’Europa – attacca Fitoussi -. Allora a questo punto mi chiedo perchè abbiamo governi in Europa. Facciamo la politica decisa dall’Europa e basta». Infine Myrta Merlino chiede la professore che consiglio darebbe a Giovanni Tria, lui risponde: «gli dirò di mantenere la sua posizione perchè è un braccio di ferro. Quale sarebbe la situazione se l’Italia andasse veramente male? Sarebbe un disastro per l’Europa».

Ph: Andreas Caranti/Wikipedia