Caso raccattapalle Vicenza, Rosso querela centri anti-violenza

Il presidente del Vicenza Virtus, Renzo Rosso, ha deciso di querelare il Coordinamento Iris che riunisce i setti centri anti-violenza del Veneto. Il motivo è il comunicato diffuso dal Coordinamento all’indomani del caso delle giovani pallavoliste dell’Anthea Volley usate come raccattapalle. Come ricorda Matteo Bernardini sul Giornale di Vicenza a pagina 18, i centri anti-violenza avevano definito l’iniziativa  «una delle pagine più tristi, umilianti e gravi nella storia della violenza e della mercificazione del corpo femminile».

Nella querela depositata, Rosso ricorda l’impegno sociale della Fondazione Only the Brave, che opera a livello internazionale sostenendo strutture protette dove si accolgono bambine e bambini vittime di traffico umano e di sfruttamento sessuale, e ribatte alle accuse: «la stigmatizzazione della persona piuttosto che del fatto, ha chiaro rilievo diffamatorio poiché perde quella matrice di critica che avrebbe potuto assumere, se confinata alla vicenda da cui trae spunto, per acquisire natura di gratuito attacco personale». Per il patron della Diesel «è inammissibile porre chi scrive sullo stesso piano di chi perseguiti, mercifichi, violenti il corpo delle donne».

(Ph. Elespanol.com)

Tags: ,

Leggi anche questo