Verona, saluto fascista: chiesto giudizio immediato per Bacciga

Il procuratore Angela Barbaglio ha chiesto il giudizio immediato per il consigliere comunale di Verona Andrea Bacciga, in riferimento al saluto romano fatto durante il consiglio comunale del 26 luglio rivolto alle attiviste di “Non una di meno” presenti in aula.

L’ipotesi contestata a Bacciga, avvocato, è di violazione della legge Scelba. Come riporta L’Arena a pagina 16, il consigliere di “Battiti” si è difeso sostenendo di aver alzato il braccio per salutare e negando che si sia trattato del saluto fascista. (r.a.)

Tags: ,

Leggi anche questo