Lecce, salva micio randagio ma una norma lo vieta: multa di 166 euro

Il suo buon cuore le è costato una multa di 166,66 euro. L’incredibile vicenda è accaduta a Lecce: una signora trova un gattino abbandonato coinvolto in un incidente stradale e lo salva dalla strada. Successivamente lo porta dal veterinario e qui la scoperta: ha violato il regolamento comunali del capoluogo salentino. Una norma, infatti, impone che ci si deve rivolgere ai servizio comunali per il pronto intervento. A questo punto il Nucleo ambientale comunale ha deciso di multare la signora.

Il consigliere comunale Gaetano Messuti su Facebook parla di «realtà che supera la fantasia. Con un accordo Stato – Regione si impone che gli animali rilevati sul territorio debbano essere microcippati, normativa giusta e legittima in tutela degli animali, ma a Lecce si è voluto andare oltre, emanando un’ordinanza con la quale si impone il divieto di prendere gli animali, anche in forte stato di necessità. La donna non avrebbe dovuto prendere il cucciolo, avrebbe dovuto chiamare le guardie le quali avrebbero valutato e deciso il da farsi. Ed a nulla sono serviti i certificati del veterinario con i quali si è attestato il grave stato dell’animale, morto poco dopo nello studio medico». (a.mat.)

(ph: publicdomainpictures.net)