Nomadi a Vicenza, ampliata zona rossa: ecco le nuove aree di divieto

«A Vicenza ampliamo la zona rossa dove è vietato lo stazionamento dei nomadi». Ad annunciarlo è il sindaco Francesco Rucco che ha già provveduto a prorogare fino al 30 aprile 2019 l’ordinanza che vieta la permanenza, lo stazionamento e la sosta dei veicoli dei nomadi in un’ampia area della città, a cui vanno aggiungersi tre nuove zone di sosta abusiva oggetto di numerose segnalazioni da parte dei cittadini. Le nuove aree sono quella compresa tra via Vecchia Ferriera, strada della Carpaneda, strada Padana Superiore verso Verona e il confine con il Comune di Creazzo; quella tra strada Pasubio, via Valles, la pista ciclabile delle Maddalene e strada delle Maddalene verso strada Pasubio; e, infine, strada Biron di sopra fino all’incrocio con strada Marosticana.

«L’ordinanza contro lo stazionamento dei nomadi – ha commentato il sindaco – è un provvedimento che funziona, perché consente di intervenire in modo tempestivo ed efficace. E il fenomeno, in effetti, nella zona vietata si è attenuato. Ma la guardia non va abbassata. Ben vengano, quindi, le segnalazioni dei cittadini». Rucco ha infine ricordato che l’entrata in vigore del decreto sicurezza può offrire un importante aiuto, in particolare contro l’odioso fenomeno dell’accattonaggio molesto, che diventa reato. (a.mat.)