Verona, spariti 900 mila euro di offerte: «il prete se li è giocati alle slot machines»

Nella frazione Tomba Extra della parrocchia di San Giovanni Battista in provincia di Verona i parrocchiani accusano il loro ex parroco di aver sottratto i soldi delle offerte. Quando il vescovo  fece allontanare don Giuseppe Modena, la gente non conosceva il vero motivo. Ora però pare sia emerso che il prete soffriva di ludopatia e che abbia “bruciato” alle macchinette circa 900 mila euro, soldi che chiedeva ai parrocchiani per opere di bene e manutenzioni della chiesa, ma che in realtà spendeva nel suo vizio delle slot. Il vescovo ha mandato don Giuseppe in una comunità a curarsi, ma ora i parrocchiani vorrebbero indietro i soldi. (t.d.b.)

(Fonte: Ilgiornale)