Ieg, Cavalieri a Rucco: «io corretta, da lui scaricabarile»

In un nota inviata alla stampa ieri, Michela Cavalieri, ex assessore al bilancio della giunta Variati e componente vicentina nel consiglio d’amministrazione di Ieg, replica alle dichiarazioni del sindaco Rucco sulla mancata quotazione in Borsa.

Con riferimento alle dichiarazioni del sindaco Rucco in merito alla mancanza di un suo coinvolgimento da parte della rappresentanza vicentina in IEG nella vicenda della mancata quotazione in borsa, intendo precisare quanto segue.
1) Come gli altri membri del consiglio di amministrazione ho avuto informativa dell’esito sfavorevole dell’operazione ieri sera verso le ore 18 con mail dell’amministratore delegato, sostanzialmente in concomitanza all’uscita del comunicato stampa della società.
2) Ove non fosse noto al sindaco, le operazioni di raccolta delle prenotazioni degli ordini di acquisto da parte degli investitori, che anticipano il collocamento in borsa, sono operazioni tecniche tali per cui i fatti che hanno portato all’esito sfavorevole alla quotazione si sono concretizzati soltanto nella giornata di ieri. Fino a ieri sera, ovvero fino a che non si è chiuso il book, nessuno dei componenti del consiglio di amministrazione poteva conoscere l’esito dell’operazione.
3) Nell’ambito della correttezza istituzionale e trasparenza con cui ho sempre esercitato il mio mandato, oggi con mail delle ore 14:35, quindi prima del comunicato del sindaco Rucco, ho rinnovato al socio di IEG la mia disponibilità a rimettere il mandato. Atto che non sarebbe dovuto visto che l’accordo tra i soci prevedeva le mie dimissioni soltanto in relazione all’avvenuta quotazione della società e non nella situazione che si è ad oggi verificata.
4) Spiace constatare che anche in questa occasione l’unica strategia comunicativa e gestionale del sindaco sia quella di cercare maldestramente di scaricare sempre la responsabilità su altri. (a.mat.)

Michela Cavalieri

(ph: Comune Vicenza)

Tags: ,

Leggi anche questo