Rifiuti pericolosi, lavoratori Cosmo: «nessuna terra dei fuochi veneta»

I dipendenti del gruppo Cosmo, l’azienda finita nel mirino della magistratura con il sequestro di 280 mila tonnellate di rifiuti pericolosi, hanno scritto una lettera aperta ai cittadini di Noale. Come scrive Carlo Mion su La Nuova Venezia a pagina 29, i lavoratori vogliono sottolineare la professionalità dell’azienda. «Definizioni come “terra dei fuochi veneta” o “camion del veleni” – scrivono –  non riguardano la nostra realtà e diffamano ciascuno di noi, che quotidianamente svolgiamo il nostro lavoro in maniera seria e competente. Ci teniamo ad affermare quindi che le aziende del Gruppo Cosmo sono dirette e composte da personale tecnico, amministrativo ed operativo di elevato profilo morale e da figure professionali. Le aziende del Gruppo Cosmo – concludono – rispettano da sempre le regole in materia ambientale e di tutela della salute e sicurezza del lavoro».

Tags:

Leggi anche questo