Tav, Salvini lancia ipotesi referendum: «io tifo sì»

Per uscire dall’impasse sulla Tav, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini lancia l’ipotesi referendum. «Se dall’analisi della commissione costi-benefici sulla Tav non arrivassero risposte chiare, la strada potrebbe essere quella di un referendum», ha detto a margine di un incontro a Milano. «Aspettiamo il rapporto costi-benefici ma – visto che riguarda soprattutto torinesi, piemontesi e gran parte della penisola italiana – se non si arrivasse a una decisione, chiedere ai cittadini cosa ne pensano, penso che possa essere una strada».

I cantieri, ha aggiunto il leader della Lega, «o si aprono o non si aprono. L’importante è avere dei sì o nei no. Io tifo sì. Se i tecnici ci dicessero no o forse, bisogna ascoltare i cittadini. Mi auguro che stia per terminare l’analisi di costi/benefici per questa e altre opere, ma intanto in questi mesi è ripartita la Tap, si inaugura la Pedemontana veneta, abbiamo stanziato quattro miliardi per la terza corsia del Brennero e ci sono cinque miliardi per investimenti». (r.a.)

Fonte: Repubblica
(Ph. Federico Vinci / Shutterstock)