Autonomia Veneto e Lombardia, Di Maio: «non danneggi altre regioni»

Il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, in un’intervista all’Agi ha parlato dell’autonomia chiesta tramite referendum dalle regioni Veneto e Lombardia. «Il tema dell’ autonomia sarà una lunga contrattazione con le regioni, condotta dal presidente del consiglio Giuseppe Conte – ha detto Di Maio -. Eravamo noi del M5S insieme alla Lega ad appoggiare le due consultazioni popolari e ora bisogna tener fede all’esito di quel voto. Le due regioni interessate, Lombardia e Veneto, chiedono due intese diverse. Non esiste un modello unico da applicare per tutti». L’ autonomia per Di Maio «non deve danneggiare le altre regioni ma deve permettere a quelle popolazioni che l’hanno chiesta di esercitarla, ma nell’ambito dello statuto ordinario. Non stiamo creando uno statuto speciale, stiamo creando delle regioni – ha concluso – che hanno un’ autonomia maggiore sulla base del principio costituzionale vigente previsto dall’articolo 116 della Costituzione». L’altro vicepremier e ministro dell’Interno Salvini ha poi ribadito che entro febbraio ci sarà la firma di Conte per l’intesa con le Regioni che hanno chiesto l’autonomia. (t.d.b.)