Regioni autonome, Salvini: «Accordo entro marzo, no a veti M5S»

11: 20 – Il ministro dell’Interno Matteo Salvini nella conferenza stampa di fine anno è tornato a parlare di autonomia rispondendo alle domande dei giornalisti. «Abbiamo lavorato per sei mesi – ha detto Salvini -. Ora per il 15 gennaio è fissata la chiusura del lavoro fra i ministeri, perché si tratta di un passaggio storico mai fatto prima e quindi è giusto approfondire tecnicamente tutti i temi, alcuni dei quali sono ancora aperti come i beni culturali con la questione delle sovrintendenze e la giustizia di pace. Entro il 15 febbraio – ha aggiunto – sarà pronta la proposta del governo e ricordo che nel contratto di governo c’è l’applicazione di quanto votato al referendum. A quel punto comincerà la trattativa con Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Una rivoluzione non si fa in un quarto d’ora. E comunque avevamo detto “entro l’inverno”, che finisce con il 21 marzo. Fra l’altro il mio compleanno è il 9 marzo, per cui sarebbe un bel regalo per me, lombardo che ho votato al referendum. Saranno delegate – ha detto ancora Salvini – tutte quelle previste in Costituzione. Chiaro che come Lega siamo a favore della massima autonomia possibile e che nel Movimento 5 Stelle c’è più prudenza, ma vedrete che troveremo l’accordo anche su questo». Sull’eventualità che il M5S ponga dei veti all’autonomia Salvini ha poi aggiunto: «ci sono ministeri più complicati – risponde -, ma non ho mai sentito da nessun ministro nessuna perplessità». (t.d.b.)

(Fonte: Ansa 09:13)