Veneto Banca, Cassazione: «Dalla Costa, nessun conflitto d’interesse»

La sezione disciplinare della Corte di Cassazione ha assolto il procuratore capo di Treviso Michele Dalla Costa in merito alla presunta incompatibilità ambientale segnalata in un esposto nell’ambito dell’inchiesta Veneto Banca. Come riporta Marco Filippi su La Tribuna a pagina 21, la Cassazione ha confermato il parere del Consiglio Superiore della magistratura: gli incarichi di consulenza della moglie del magistrato, l’avvocato Ippolita Ghedini, presso l’istituto di credito di Montebelluna all’epoca dello scoppio dello scandalo, non rappresentavano un conflitto d’interessi. I giudici hanno pertanto assolto l’operato del procuratore, riconoscendone la correttezza e l’imparzialità.

(Ph. Shutterstock)

Tags: ,

Leggi anche questo