Patto per scienza, Codacons: «Grillo e Renzi ritirino adesione o li denunciamo»

«Una colossale presa in giro dei cittadini». Il Codacons bolla così il Patto per la scienza proposto dall’immunologo Roberto Burioni e firmato da Matteo Renzi e Beppe Grillo. Ed è in particolare con quest’ultimo che se la prende l’associazione: «grave che un soggetto sempre attento alla trasparenza e alla verità  abbia deciso di aderire a questa “boutade”».

«Siamo tutti a favore della scienza e contro qualsiasi tesi finalizzata a diffondere teorie pericolose per la salute dei cittadini – sottolinea Codacons -, ma il fatto che sia Burioni a proporre tale patto è assolutamente paradossale. L’immunologo, nel corso degli ultimi mesi, ha commesso una serie di passi falsi che rischiano di far perdere credibilità alla sua figura e alla sua iniziativa: ha difeso, ad esempio, i conflitti di interesse tra medici e aziende produttrici di farmaci e si è schierato a favore di Walter Ricciardi nonostante proprio tali conflitti lo abbiano portato alle dimissioni».

Codacons aveva già denunciato Burioni alla procura e all’Anac per possibili interessi speculativi volti a favorire le aziende farmaceutiche produttrici di preparati sierologici. L’associazione dei consumatori conclude: «invieremo a Beppe Grillo e Matteo Renzi tutta la documentazione relativa agli errori e alle situazioni di potenziale conflitto di interessi del dottor Burioni, chiedendo loro di ritirare con effetto immediato l’adesione al patto lanciato dall’immunologo. E se non lo faranno, sarà inevitabile una denuncia nei loro confronti per concorso in diffusione di notizie false e pericolose che danneggiano la popolazione». (a.mat.)

(In foto il presidente di Codacons, Carlo Rienzi. ph: imagoeconomica)

Tags: