«Comandano i terroni». Di Maio contro Libero: «in 3 anni via i fondi»

Comandano i terroni“. La prima pagina del quotidiano Libero, diretto da Pietro Senaldi, finisce nel mirino del vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio. La tesi del giornale è che Salvini si trovi messo all’angolo, in quanto 3 delle massime cariche dello Stato su 4 sono del Sud: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, siciliano, il presidente della Camera Roberto Fico, campano, e il premier Giuseppe Conte, pugliese.

Il leader del Movimento 5 Stelle commenta su Facebook: «buongiorno con la prima pagina di Libero, giornale finanziato con soldi pubblici, anche quelli dei terroni. Questa è la preziosa informazione da tutelare con i vostri soldi! Ma tranquilli: abbiamo già iniziato a togliergliene da quest’anno e nel giro di 3 anni arriveranno a zero. P.S. Anche questa volta l’Ordine dei giornalisti rimarrà in silenzio?». (r.a.)

Tags:

Leggi anche questo