«Verona, flop delle misure anti-smog: mancano idee»

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco critica in un comunicato i provvedimenti anti-smog del Comune scaligero e della Regione Veneto, che secondo lui non possono rivolgersi solo alle limitazioni del traffico. «I ben sei superamenti dei livelli limite delle Pm10 registrati in questi primi 9 giorni dell’anno – afferma Bertucco – dimostrano che il controllo delle polveri dipende molto più dalla condizioni meteorologiche che dalle politiche predisposte da Comune e Regione. In mancanza della volontà politica di prendere contromisure strutturali, gli unici fattori capaci di fare la differenza sono infatti vento e pioggia, notoriamente recalcitranti al controllo politico».

«Il fallimento delle misure antismog è evidente anche dalla povertà di idee che caratterizza anche l’ultimo protocollo di intesa dei sindaci veronesi che aderiscono al tavolo provinciale anti-inquinamento – aggiunge Bertuco – , dove purtroppo si lavora di più sulle deroghe che sull’efficacia delle misure da prendere. Manca, ad esempio, la previsione di un potenziamento del trasporto pubblico locale nei mesi in cui sono in vigore le restrizioni alla circolazione delle autovetture. La Regione continua investire su strade e trasporto su gomma il 90% del bilancio per la Mobilità, trascurando lo sviluppo del trasporto locale su rotaia, mentre sul lato bus – conclude Bertucco – solo un miracolo potrà salvare il servizio di trasporto pubblico locale dallo smembramento previsto dal bando-spezzatino». (t.d.b.)

 

Tags: ,