Centri migranti, prefetto Venezia indagato per frode

Si torna a parlare di irregolarità nei centri di accoglienza per migranti. E ancora una volta sono i prefetti a finire nel mirino degli inquirenti. Sono infatti indagati l’attuale prefetto di Venezia, Vittorio Zappalorto, e l’ex prefetto di Treviso, Maria Augusta Marrosu, assieme ad altre 40 persone, per la gestione del Cara di Gradisca d’Isonzo (Gorizia). I reati ipotizzati per Zappalorto e Marrosu sono concorso esterno all’associazione, frode nelle pubbliche forniture e mancato controllo delle fatture presentate dalla onlus siciliana che gestiva il centro. (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph: Imagoeconomica)