Foodora, la sentenza: «rider devono avere tredicesima e ferie pagate»

La corte di appello di Torino ha accolto in parte le richieste dei 5 rider licenziati dalla nota catena Foodora. Secondo i giudici il loro contratto è come quello di dipendenti del settore logistica-trasporti e quindi hanno diritto a tredicesima, malattia e ferie pagate. Non è invece stato riconosciuto il licenziamento illegittimo. Foodora Italia in una nota si dice stupita dalla sentenza. «Occorre attendere la pubblicazione delle motivazioni per comprendere come la Corte sia giunta a questa inedita conclusione, considerato tra l’altro il tenore letterale della norma in questione – si legge nella nota -. La Corte ha respinto le domande avversarie di riqualificazione del rapporto come rapporto di lavoro subordinato, nonché quelle sull’illegittimità del licenziamento, sulla violazione delle norme antinfortunistiche e sulla violazione della disciplina a tutela della privacy. Nulla – conclude la nota – viene detto in tema di contributi anche perché come noto i rider già godevano all’epoca dei fatti di copertura previdenziale e assistenziale». (t.d.b.)

(Fonte:Adnkronos)

(ph: Imagoeconomica)

Tags: