Toninelli: «su di me campagna denigratoria ordita dai Benetton»

Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli non ha dubbi: i suoi problemi di immagine sono causati dalla famiglia Benetton. Questa la tesi, peraltro già ventilata dall’amico senza poltrona Di Battista da Fabio Fazio, ribadita ieri dal “concentrato” Toninelli nel salotto televisivo di “Di martedì“, condotto da Giovanni Floris: «I Benetton sono dietro a tutto, lo sappiamo perfettamente. Sono dietro a tutto un sistema di potere di informazione che si è creato attorno a una certa politica».

Insomma, per Toninelli, la sua scarsa popolarità non sarebbe colpa delle gaffe a ripetizione che l’hanno visto protagonista (una su tutte, quella sul tunnel del Brennero), bensì di una sorta di complotto della famiglia di imprenditori trevigiani, che avrebbero orchestrato una «campagna denigratoria» nei suoi confronti dopo la minaccia di revocare le concessioni autostradali all’indomani del ponte Morandi.

(Ph. Imagoeconomica)