«Reddito di cittadinanza, una Caporetto per l’economia»

«Il reddito di cittadinanza? Equivale a una Caporetto per l’economia. Ormai è chiaro a tutti che, oltre a non creare alcun posto di lavoro, creerà debito pubblico». Stefano Casali, consigliere regionale di Centro Destra Veneto – Autonomia e Libertà, interviene tramite una nota «denunciando quanto sta accadendo alla nostra economia: ad oggi, per sostenere questo mortificante provvedimento si sta già parlando di aumento dell’IVA e di patrimoniale sulla prima casa».

«L’Italia avrebbe bisogno di una politica per il rilancio del lavoro e delle imprese che sono il motore della nostra economia. Oggi esiste già una rete sociale per chi è senza impiego mentre è assente una legislazione che crei nuovi posti di lavoro. Ogni settimana marchi storici italiani chiudono, falliscono o vanno in mano straniera. Tutto ciò dovrebbe far riflettere e svegliare la politica romana. Probabilmente, la promessa annunciata da Di Maio di abbandonare la politica dopo il secondo mandato, a meno che non sia una bugia fa pensare che il reddito di cittadinanza l’abbia creato per se stesso. I sondaggi elettorali – conclude Casali – stanno dimostrando che i famosi “cittadini” richiamati in campagna elettorale dal Movimento Cinque Stelle stiano ben capendo che, il 3 marzo scorso, la loro fiducia è stata mal riposta». (a.mat.)

(ph: imagoeconomica)