Salvini contro prete vicentino: «si candidi in politica»

«Roba da matti». Con questo commento il ministro dell’Interno Matteo Salvini espone alla gogna social don Marco Bedin, parroco della parrocchia di Ospedaletto a Vicenza, reo di aver distribuito ai fedeli dei volantini in cui denunciava la “strage di Stato” di richiedenti asilo, per sensibilizzare sull’accoglienza e sulle morti in mare (raddoppiate in percentuale dall’insediamento del nuovo governo).

Salvini ripete il consueto refrain riservato a tutti gli oppositori politici: per criticare, ti devi candidare. «Forse questo prete dovrebbe candidarsi alle elezioni anziché impiegare il suo tempo insultandomi sul bollettino della parrocchia», scrive sulla sua pagina Facebook. «Pur da peccatore e cristiano imperfetto, credo di fare il bene del mio Paese, degli italiani e dei tanti immigrati regolari e perbene».