Bortuzzo, i due sospettati hanno confessato: «sparato per errore»

Svolta nelle indagini per la sparatoria che ha colpito a Roma la giovane promessa del nuoto, il veneto Manuel Bortuzzo. Sarebbe infatti stata ritrovata la pistola usata per sparare i colpi che hanno lesionato il midollo spinale del 19enne che non potrà camminare mai più. L’arma è stata rinvenuta nei pressi del pub di piazza Equilo all’Axa, dov’è avvenuto il fatto.

Gli investigatori sono convinti che l’arma sia stata lasciata lì durante la fuga degli aggressori. Continuano le indagini per risalire all’identità delle due persone in sella ad uno scooter che hanno affiancato Manuel mentre camminava con la fidanzata ed hanno fatto fuoco. La pista più battuta rimane quella di uno scambio di persona. (a.mat.)

+++ AGGIORNAMENTO 19:00 +++

Gli agenti della squadra mobile di Roma che indagano sul caso di Manuel Bortuzzi, hanno fermato due sospettati che sono stati portati in questura per essere sentiti. La loro posizione è al momento al vaglio degli inquirenti. Chi ha sparato non ha usato i guanti e per questo sono state trovate delle impronte sulla pistola.

Fonte: Adnkronos

+++ AGGIORNAMENTO 19:15 +++

Sono stati due giovani di 24 e 25 anni di Acilia a sparare a Manuel Bortuzzo. I due sospettati si sono consegnati in questura accompagnati dai loro legali ed hanno confessato spiegando di aver sparato per errore. Lo riporta Repubblica.

(ph: Facebook Manuel Mateo Bortuzzo)

Tags: , ,

Leggi anche questo