BpVi, Zaia: «se sarà processo per bancarotta, Regione parte civile»

C’era anche il presidente Luca Zaia questa mattina a Vicenza all’assemblea organizzata dalle associazioni di risparmiatori azzerati nel crac delle ex popolari venete. Dagli spalti qualche voce critica lo ha accusato di non essere stato abbastanza duro con gli ex vertici di Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca, Gianni Zonin e Vincenzo Consoli. «Io non ho mai venduto azioni e sono stato ingabbiato come tutti gli altri – ha detto Zaia -. Io ho partecipato solo all’ultima assemblea della Popolare di Vicenza. Noi vogliamo che ci siano delle condanne. Mi dispiace che non sia stata accolta la richiesta di costituzione di parte civile da parte della Regione Veneto – ha aggiunto il governatore-. Io penso che si possa impugnare, anche se mi dicono di no. In ogni caso se ci sarà un processo per la bancarotta di BpVi io mi impegno affinché la Regione Veneto sia parte civile. Da noi – conclude Zaia – sono arrivati contributi per aiutare i risparmiatori». (t.d.b.)

(ph: Imagoeconomica)

Tags: ,

Leggi anche questo